Ci mancava pure questa.

Vi ricordate la nostra auto a noleggio riparata con una camera d’aria, fil di ferro e poco più?

Bene, arrivati al paese di Cachi l’abbiamo dovuta abbandonare perché la riparazione avrebbe richiesto di attendere fino al lunedì successivo (ben 3 giorni). Il giorno seguente l’autonoleggio ci ha inviato un autista con auto privata a noleggio per recuperarci e portarci nella loro agenzia per un’auto nuova.

L’autista privato di una simpatia esagerata (che ha esordito dicendo “Ma non è che il bambino vomita, eh? Perché il vomito dei bambini, a differenza di quello degli adulti, non si pulisce”), al nostro arrivo ha iniziato una disputa infinita sul compenso con l’agenzia del noleggio auto che avrebbe dovuto pagarlo. Insomma una storia senza capo né coda che non sto qui a raccontarvi nei minimi dettagli. Comunque sia, come sempre quando non se ne viene a capo c’è sempre qualcuno che salta su dicendo “Ora chiamo la Polizia!”.

Questa storia non ha una fine, perché prima che arrivasse, fortunatamente, i due agenti ci hanno permesso di svignarcela!

#golixinviaggio 22/26

polizia argentina 22/26