E’ il 2013 quando la nascita di mio figlio crea un vero e proprio Big Bang nella mia vita.

Il tempo quando si diventa genitori diventa merce rara e per questo motivo ancor più preziosa. L’arrivo di quel cucciolo di 3,3 kg è il colpo decisivo che manda KO la mia vita “di prima”, quella in cui mi accontentavo, quella in cui non avevo “fame”. Fame di cosa? Di felicità, di vivere a modo mio, ti rischiare il tutto per tutto e di poter finalmente dire “Questo l’ho fatto io!”. Il ruolo da operaio mi risulta allora così stretto da essere insopportabile e arrivo quindi alla decisione di licenziarmi per gettare anima e corpo nel vuoto di una professione basata esclusivamente su ciò che più amo a questo mondo: disegnare. Mia moglie Elisa veste per un attimo i panni della creativa di casa e pronuncia per la prima volta il nome del mio neo-nascituro progetto: Dillo con un fumetto!

Dillo con un fumetto: inizia l’avventura!

novità dillo con un fumetto

Il primo anno è tutto un sondare il terreno per capire la direzione da prendere, a piccoli passi, di volta in volta sempre più sicuri. Proprio come il mio bimbo, anche io e il mio progetto iniziamo a camminare con le nostre gambe. La pressione (anche quella cardiovascolare) e l’ansia per la scelta fatta lasciano spazio alla gioia dei primi traguardi raggiunti. Un altro. E poi un altro ancora. Come il macchinista di una locomotiva inizio a darci dentro sempre di più, perché la macchina viaggia che è una meraviglia. Di lavoro ne entra parecchio. Email, facebook, instagram, instagram stories, messenger, whatsapp e le classiche telefonate a cui rispondere. L’agenda si riempie sempre più e rispettare le date di consegna diventa impresa sempre più ardua. Che fare?

Flashback.

Qualche anno fa mi sono imbattuto sul web, non ricordo più nemmeno come, in una piccola pubblicazione indipendente. Quattro volumetti realizzati da altrettanti giovani fumettisti che acquisto senza pensarci tanto su perché il tratto di uno dei quattro mi piace proprio un sacco. Io e il suo autore iniziamo a seguirci e reciprocamente sul web, facendoci sempre una valanga di complimenti per la produzione di entrambi, che nel corso degli anni migliora sotto tutti gli aspetti.

E’ giunta l’ora di svelarvi la novità!

Ma torniamo all’agenda piena zeppa che diventa una bomba ad orologeria pronta a scoppiare. Che fare? La soluzione è una. Prendere un collaboratore che mi aiuti nella produzione di fumetti personalizzati e ritratti. Ma chi? C’è solo un nome che risponda a tutti i requisiti. Detto fatto. Sapete quanto sono emozionato di questo passo? Lo sono tanto quanto quattro anni fa quando il mio sogno è diventato realtà.

Oggi sono qui, col cuore che batte in fretta, a dirvi questa grande novità: la famiglia di Dillo con un fumetto si allarga!

Date il benvenuto a Riccardo! 😉

La famiglia Dillo con un fumetto si allarga!